Le rinnovabili applicate

Dopo aver parlato in modo molto generico di quali sono le energie rinnovabili conosciute e in che modo l'uomo ha imparato a sfruttarle, oggi rientriamo nel nostro campo di competenza e vediamo invece come gli argomenti trattati nel precedente articolo sono applicabili all'architettura

Innanzitutto occorre distinguere tra le tipologie di energia che si vogliono ottenere, ovvero elettrica e termica.

 

ID-10095331

Nel primo caso le fonti principali sono il sole e il vento.  E' sempre più esteso l'utilizzo di celle fotovoltaiche in grado di trasformare la luce solare in elettricità, ne esistono di diverse tipologie, i più diffusi sono gli ormai classici pannelli a moduli che si vedono sui tetti delle case, sono facilmente installabili ovunque ci sia una giusta esposizione al sole. Essi rappresentano sicuramente la scelta più funzionale ma esteticamente non sono il massimo, e dato che anche l'occhio vuole la sua parte, il mercato si è spinto verso la ricerca di soluzioni alternative. Dapprima sono comparsi i moduli di silicio amorfo ovvero strisce di film fotovoltaici molto sottili in grado di flettersi e di adattarsi quindi alle superfici curve, ora invece la tendenza è di integrare le celle direttamente nelle parti costruttive. Dalle lampade da giardino alle tegole, dalle schermature alle grandi vetrate, ormai ogni superficie che possa godere di una quantità consistente di luce solare viene dotata di celle in grado di produrre energia elettrica.

 

  

Per quanto riguarda il vento esistono impianti di mini-eolico che vengono installati nella maggior parte dei casi sulle coperture. Si tratta di sistemi che funzionano esattamente come le classiche centrali eoliche, la differenza naturalmente sta nelle dimensioni che sono notevolmente ridotte.

 

ID-10060330

 

Nel caso dell'energia termica le soluzioni invece sono molte di più.

E' possibile infatti installare dei moduli solari termici sul tetto, il funzionamento è abbastanza semplice, il pannello è costruito in modo da accumulare più calore possibile grazie l'irradiazione del sole, all'interno vi sono poi delle tubature attraverso cui scorre un fluido, molto spesso dell'acqua, che si riscalda e che viene poi accumulata per essere utilizzata per usi sanitari.

Le serre invece sono un ottimo elemento costruttivo per accumulare calore passivo, possono essere utilizzate per riscaldare una parete oppure per ottenere aria calda che attraverso appositi canali viene poi portata all'interno dell'appartamento.

Esistono poi i cosiddetti scambiatori di calore ossia componenti in cui si realizza uno scambio di energia termica tra due fluidi a diversi livelli di temperatura.

Sostanzialmente lo scambiatore assorbe il calore da una fonte esterna e lo porta all'interno dell'edificio.

Le sorgenti possono essere di diversi tipi, come ad esempio l'aria che però è quella che garantisce meno resa, l'acqua, per la quale però sono necessarie grandi quantità, e infine la terra che risulta essere la migliore delle tre.

Acqua e terra funzionano bene come accumulatori di calore per questo sono ritenute delle buone fonti, un'alternativa ancora più valida però è data dalla crosta terrestre, più ci si spinge in profondità e più il calore diventa stabile, anzi tende a crescere. In questo caso lo scambiatore è inserito all'interno di sonde chiamate geotermiche.

 

impianti geotermici

 

Come al solito niente è perfetto e per ottenere qualcosa c'è sempre un prezzo da pagare, come dice il nome lo scambiatore "scambia" il calore con qualcos'altro, in particolare assorbe caldo per rilasciare freddo e questo può provocare dei problemi all'ecosistema su cui sta intervenendo, il qualche col passare del tempo fa sempre più fatica a rigenerarsi e a ritornare alla sua temperatura iniziale. Ovviamente l'abbassamento graduale della temperatura nel corso degli anni porta degli sconvolgimenti nella vita del suddetto ecosistema.

 

Per cui il consiglio che non mi stancherò mai di ripetere è: ok alle fonti energetiche alternative, ma prima di tutto riduciamo al minimo i consumi!

Alla prossima e buona vita a tutti.

 

Maurizio Zuffi
Consulente, laureato in architettura e specializzato in
sostenibilità ambientale e architetture sostenibili
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:D:angry::angry-red::evil::idea::love::x:no-comments::ooo::pirate::?::(
:sleep::););)):0
Security

Leggi gli articoli della sezione Ecosistema Architettura

Non sprechiamo l'acqua

Autore : Maurizio Zuffi Hits : 826
Non sprechiamo l'acqua Siamo davanti a un lavandino, apriamo il rubinetto ed ecco che comincia a scendere un copioso flusso d’acqua.   Vi siete mai fermati a pensare a questo piccolo gesto che facciamo ripetutamente ogni giorno senza mai sorprenderci di quell...

CONTINUA

Tagliamo l'elettricità

Autore : Maurizio Zuffi Hits : 782
Tagliamo l'elettricità L'energia elettrica è un elemento fondamentale nella vita dell'uomo, c'è chi dice che se ne può fare a meno, e giustamente sul pianeta ci sono delle tribù indigene che ancora riescono a vivere senza, ma pensate come sarebbe la nostra vita s...

CONTINUA

Ristrutturare casa: ora più che mai!

Autore : Maurizio Zuffi Hits : 767
Ristrutturare casa: ora più che mai! Venerdì 15 giugno 2012 il consiglio dei ministri ha finalmente approvato il decreto per lo sviluppo. Si tratta di un maxi-decreto contenente una serie di iniziative volte a smuovere la situazione di stallo nel quale versa attualmente il pae...

CONTINUA

Le energie rinnovabili

Autore : Maurizio Zuffi Hits : 1099
Le energie rinnovabili Quando parliamo di energie rinnovabili intendiamo tutte quelle fonti energetiche ritenute in qualche modo inesauribili o comunque esauribili in tempi molto molto lunghi. Gli elementi naturali da cui attingere sono molti, in primis il sol...

CONTINUA

Le rinnovabili applicate

Autore : Maurizio Zuffi Hits : 768
Le rinnovabili applicate Dopo aver parlato in modo molto generico di quali sono le energie rinnovabili conosciute e in che modo l'uomo ha imparato a sfruttarle, oggi rientriamo nel nostro campo di competenza e vediamo invece come gli argomenti trattati nel preceden...

CONTINUA